Perchè ritornare in Giappone?

Perchè vogliamo tornarci?? giusto.. perchè???

Vi è mai capitato una volta atterrati a casa pensare qualcosa di questo tipo “perchè sono tornato/a indietro?? Voglio ripartire il prima possibile?? A quando le prossime ferie???

Io qualche domanda di questo tipo me la sono fatta! E quindi perchè ci prende questa forte nostalgia di un posto così diverso e lontano da casa nostra in cui abbiamo soggiornato, magari, per neanche 2 settimane??

Beh i motivi sono i più svariati… io, da Nabbo come sono, ne ho alcuni ben impressi nella mente!

1 I servizi funzionano!!

Cosa??? Eh si sembrerà strano agli occhi di un Italiano ma qui i servizi funzionano davvero. Un esempio? che ne dite dei treni in orario? In 2 settimane ho preso una “Vagonata” di Treni e non mi sono imbattuto neanche per sbaglio in un ritardo, anzi mi è capitato qualche volta di trovarmeli in anticipo.. certo può capitare qualche volta che manchino la puntualità (in fondo i Giapponesi non sono mica delle macchine… o almeno.. non ancora) ma non sono certamente paragonabili ai ritardi della nostra amata Trenitalia…. qui l’unità di misura è il minuto non l’ORA!

Sempre in tema di stazioni… che ne dite poi di un sistema di controlli ticket privo di tornelli?? Mi spiego meglio.. i tornelli ci sono ma sono “nascosti” pronti a sbarrare la strada a chi non passa il badge… allo stesso tempo però garantiscono uno scorrere del traffico urbano molto più fluido evitando così, all’onesto cittadino, di perdere secondi preziosi nell’attesa che quel tubo di latta liberi il passaggio.

Quanto sarebbe utile un sistema di questo tipo in Ital… ah già no!

2 Il silenzio durante il viaggio

Solo questo punto vale il biglietto del ritorno.. Si perchè non sentirete mai lo il cafone di turno sbraitare al telefono o la comitiva di scolari urlare e picchiarsi sul treno.. NO!!! lo scenario che vi si paleserà davanti sarà una massa informe di persone schiacciate come sardine intente nei loro affari in un sacro silenzio quasi innaturale… c’è chi dormirà in piedi (mantenendo un equilibrio sovraumano, frutto di anni di duro training), chi ascolterà la musica, chi giocherà al telefono e chi semplicemente leggerà un libro. Meraviglia!!!

3 La inumana cordialità nipponica

Quante volte vi è capitato di ricevere un inchino o essere interrotti da un “sumimasen”?? Devo dirvi la verità ci ho preso davvero gusto nel godermi tutta questa cordialità.. tanto che ho iniziato a fare inchini a destra e a manca anche ove non fosse necessario ma va beh… che vi devo dire, sono entrato nel mood!!

E poi per quanto possiate molestare con domande ambigue un giapponese, questo non vi rivolgerà mai un sonoro “a stronzoooooo” molto più probabilmente morirà dentro ma cercherà sempre di esservi di aiuto nel modo più cortese possibile.

4 I sensi di marcia vengono rispettati anche dai Pedoni!!!

Una cosa che ho notato dal primo giorno in cui sono arrivato è il profondo rispetto dei sensi di marcia tenuto dai nipponici. Ho provato a fare l’Italiano lo giuro… ma non ce l’ho fatta ho sentito un obbligo quasi immediato nel conformarmi a loro rispettando così i flussi di marcia.

A cosa mi riferisco? beh inanzitutto lungo le scale mobili si tiene rigorosamente la sinistra lasciando la destra libera ai frettolosi (eccezion fatta per Osaka). Questa sorta di regola non scritta viene rispettata così rigorosamente che mi sono spesso domandato dell’esistenza di un’eventuale sanzione per i violatori. Questo rispetto del senso di marcia non finisce con l’ultimo gradino di scala ma, bensì, continua e vi accompagna verso tutto il marciapiede metropolitano garantendo così un certo ordine e una sfilza di spallate in meno.

5 Lavori di manutenzione?? già fatto????

Avete presente il buco in tangenziale lungo un metro e largo tre? bene! avete presente la coda kilometrica formatasi a causa dei lavori in corso delle 9:00?? Bene!! avete presente le bestemmie che tirate quando, dopo neanche un giorno il buco si ripalesa?? OTTIMO!!

La realtà appena descritta sembra lontana anni luce da quella vissuta sia a Tokyo che ad Osaka.. Qui la ricetta per una buona manutenzione prevede: un numero di operai superiore all’entità del problema, un pizzico di professionalità e serietà in quello che si sta facendo, un goccio di segnalazioni pronte ad avvertirvi a 10 km di distanza “dell’imminente” pericolo, ed infinte ciliegina sulla torta.. un po’ di buon senso nello scegliere l’orario più consono per lo svolgimento dei lavori..

Bene seguendo questa ricetta.. il risultato è una pietanza squisita priva di disagi e seccature ma ricca di funzionalità e benessere!

6 La sicurezza di un conbini sotto casa tua

Per chi non sapesse ancora cosa siano i conbini vi dirò semplicemente che non sono altro che minimarket aperti 24/24 presenti in ogni dove..sono letteralmente ovunque. In questi minimarket potrete trovare di tutto: bibite cibo confezionato, cibo fatto sul momento, riviste, manga, ATM dove prelevare, medicine e cosmetici. In pratica in pochi metri quadrati troverai tutto ciò che ti serve per campare la giornata.

Dove c’è un conbini c’è casa.

7 Ogni angolo è un mondo nuovo da scoprire

Sinceramente.. tornerei in Giappone anche solo per gustarmi Tokyo un pò più a fondo.. alla fine ho avuto solo un assaggio di cos’è questa megalopoli e di cosa possa offrire. Penserete che sia monotono nel voler trascorrere un’intera vacanza in una sola città ma Tokyo la definirei uno stato dentro allo stato, con i suoi quartieri così singolari e così diversi possono offrire una gamma di emozioni ed esperienze uniche.

Odaiba, Roppongi, Shinjuku, Ueno, Akihabara, Harajuku, Shibuja, Asakusa e Ginza. Ogni quartiere meriterebbe una vacanza a parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...